×

Scarica l’app LiveinRiviera.IT!

App Store Google Play
Il Borgo San Giuliano

Il Borgo San Giuliano , e’ borg, come i riminesi chiamavano e chiamano il quartiere di San Giuliano subito dopo il millenario Ponte di Tiberio. Le sue case oggi rammentano quelle dell’infanzia di Federico anche se sono state restaurate e tutto il comparto urbanistico si presenta con un aspetto rinfrescato e per nulla povero e lacerato come poteva essere al tempo. Inoltre si propone colorato e gioioso grazie ai murales che riproducono le storie felliniane e i suoi protagonisti.

Il Borgo, una volta ogni due anni, per la Festa de’ Borg, il primo week end di settembre, si anima di artisti di strada, clown, mangiafuoco, giocolieri, trampolieri, attori, musicisti. Si mangia, si fa festa come per la “focarina” di San Giuseppe riportata in Amarcord. Se con la fantasia lavoriamo un po’ ci parrà anche di veder passare Zampanò con il suo motofurgone seguito da Gelsomina e il Matto, memorabili protagonisti de La strada e di Amarcord.

I murales, rievocano nostalgie ed ambientazioni di film felliniani. Le strade attuali del Borgo assomigliano molto a quelle che Fellini riproduce nella parte iniziale del film "Clowns" ambientato nella Rimini degli anni '30.  

Il legame di Fellini con il Borgo era ancora più forte, infatti dichiarava in un'intervista poi pubblicata (Intervista sul cinema): «La nostra casa a Rimini, quand'ero bambino, era l'ultima del Borgo San Giuliano; subito dopo c'era lo stradone di campagna che arrivava fino a Cesena».