×

Scarica l’app LiveinRiviera.IT!

App Store Google Play
Grand Hotel

Lo storico hotel di lusso di felliniana memoria, monumento nazionale dal 1984

Percorri l'itinerario "Amarcord"

Dal 1908 il “grandioso albergo” voluto dalla Società Milanese Alberghi Ristoranti e Affini e dal Comune, fu il simbolo della Rimini sofisticata della Belle Époque.

L’architetto Paolito Somazzi lo progettò con un'imponente facciata in stile liberty, su quattro piani con oltre 200 camere, terrazze, saloni, giardini e negozi. Fra gli ospiti erano nobili e celebrità. Un incendio nell'estate del 1920, distrusse le due cupole orientaleggianti che lo coronavano. Con i restauri dei primi anni Trenta, riprese l’antico splendore fra feste e mondanità. Dopo l’occupazione e i saccheggi della guerra, rischiò di essere abbattuto come simbolo del potere borghese, sorte che invece toccò nel 1948 al vicino Kursaal, il grandioso stabilimento balneare che segnò con la sua costruzione nel 1873, la nascita della Rimini turistica. 

Ad accrescere la sua fama, portandola a livello mondiale, fu il riminese Federico Fellini, grandissimo amante del Grand Hotel sin da piccolo, da sempre attratto da quella atmosfera di magia che lo pervade. Il regista volle fortissimamente caratterizzare il suo film Amarcord con la figura del Grand Hotel: la struttura infatti fa da scenario ad alcune delle scene più rilevanti della pellicola.

Informazioni

Indirizzo

Via Ramusio 1 - Rimini

Telefono

0541 56000

Web

www.grandhotelrimini.com